Pagine

giovedì 21 maggio 2015

Torta di riso shirataki

Seguire un regime alimentare dietetico non vuol dire rinunciare al gusto…  ma saper scegliere gli ingredienti ed imparare a combinarli tra di loro in maniera gustosa. La mia torta di riso rientra in una alimentazione sana basata sulla consapevolezza di: “essere ciò che mangiamo!”

La pasta shirataki GiSé con i suoi diversi formati ci permette di dare estro alla nostra fantasia… di creare delle vere e proprie meraviglie culinarie e nello stesso tempo di prenderci cura di noi stesse, di ritrovare la forma perduta!




Ingredienti per la torta:
2 uova
150 g riso shirataki GiSè
200 g carote pelate 
60 g mandorle
90 g fiocchi d’avena integrale 
30 g xilitolo di betulla 
1 bustina di vanillina
4 g bicarbonato uso alimentare
4 g cremore tartaro
1 cucchiaino di cacao amaro


Per prima cosa rendiamo dolce il riso di shirataki...

Mettete in una pentola 390 g di acqua e 10 g di xilitolo (che potete sostituire con lo zucchero), quando il composto inizia a bollire, buttate dentro il riso e lasciatelo insaporire per 5 minuti. Una volta pronto scolate ben bene e fate raffreddare.


Nel frattempo frullate i fiocchi d'avena, le mandorle e le carote. 

Preferisco i fiocchi tritati  alla farina d'avena pronta perchè risultano più dolci.


In una ciotola iniziate a sbattere le uova con lo zucchero.


Aggiungete il cacao ed amalgamate fino a sciogliere eventuali grumi.


Continuate versando il bicarbonato, il cremore tartaro (che potete sostituire con due cucchiaini di lievito per dolci), e la vanillina.


A questo punto aggiungete  l'avena e le mandorle. 


Versate il riso precedentemente amalgamato con le carote e mescolate dall'alto verso il basso in modo da ottenere un composto omogeneo.


Versate in una teglia ricoperta con la carta forno ed infornate.


180 gradi per 40 minuti e la torta è pronta: uno spettacolo!


Per renderla ancora più golosa ho deciso di glassarla... ma è buonissima da mangiare anche senza l'aggiunta del cioccolato. 

Quando si vuole decorare una torta si usa la base che risulta più uniforme, quindi anche noi la capovolgiamo e delicatamente tiriamo via la carta forno.


Per la glassa ho utilizzato 40 g cacao amaro, 40 g xilitolo e un goccino d'acqua.


 Che bontà... una vera goduria!


Spalmate la glassa sulla torta ancora calda e decorate con granella di mandorle e qualche pinolo!


Sono sicura che questa ricetta conquisterà anche le più scettiche nei confronti degli shirataki…
Mentre per coloro che già amano questa pasta, proprio come me, sarà un’occasione per scoprire un modo alternativo ed originale di mangiarla soprattutto la mattina a colazione o a metà giornata con un buon caffè!


Grazie GiSé!
Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.dimagrire.it/
Per scoprire il punto vendita più vicino: http://www.dimagrire.it/punti-vendita/
Per non perderti offerte e promozioni su facebook: https://www.facebook.com/OnShape


Nessun commento:

Posta un commento

Instagram

Riconoscimento

Blog d'argento

Magazine Aglaia®

Grazie!!

Vota il sito su Top100italiana.com

Translate

Grazie!

siti

Approvato da

Be an e-tailPR blogger

Mi trovi anche su

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Follow by Email

Google+ Badge